Natura in casa - Torna alla homepage Castello D'Angiò

Username Password

Salva  |  Non sei registrato  |  Hai dimenticato la password?

Natura in casa
Sei qui: Home » Prodotti » ORTAGGI E VERDURE »
Il tuo carrello
Carrello Il carrello è vuoto
« Torna indietro
Cipolle scalogno

Cipolle scalogno

Qtà. Kg   Aggiungi al carrello

DESCRIZIONE

Al momento dell'acquisto lo scalogno deve presentarsi ben sodo (forma compatta), con una buccia liscia priva di muffe, ammaccature e macchie; i bulbi che presentano fenomeni di germogliazione sono in generale molli al tatto e hanno la buccia rovinata. Una volta acquistato, lo scalogno, se conservato in locali freschi, asciutti e ben areati o ventilati (tettoie o alcune cantine), può durare fino a sei mesi senza perdere le sue caratteristiche. Il bulbo con un poco di stelo può essere ad esempio conservato in mazzetti, oppure nelle regioni francofone in trecce, poi appese, come si usa fare con l'aglio. Si deve evitare di conservare i bulbi in frigorifero o di riporli in confezioni impermeabili che ne favoriscono la decomposizione. Lo scalogno viene consumato sia cotto che crudo, anche se quest'ultimo uso è più consigliato perché, ad esempio, nei soffritti, di cui è suggerito come base per zuppe o risotti, lo scalogno tende a divenire amaro. Lo scalogno contiene inoltre leggermente meno acqua della cipolla, pertanto è più soggetto a carbonizzare durante la cottura.

 

Luogo di produzione: Aragona (AG) - Italia

INFORMAZIONI
Ricerca Avanzata
Modulo richiesta informazioni
La dieta mediterranea
Perche mangiare biologico
SERVIZIO CLIENTI
Metodi di Pagamento
Privacy
LINK AMICI
www.ecoblog.it
www.castellodangio.it
www.sanisaporibio.com
www.legambiente.it
www.risievisi.it